25
Aprile
2015

Evitare gli sprechi d’acqua grazie ai sensori di pioggia

Un impianto di irrigazione efficiente e pratico deve saper gestire i consumi d’acqua durante tutte le stagioni, evitando quegli inutili sprechi che possono appesantire i costi di gestione legati alla cura del giardino.

 

In un’epoca in cui tutti i settori sono legati a doppio filo alla tecnologia, anche il segmento della botanica offre interessanti soluzioni innovative che permettono di rendere smart l’irrigazione. Tra queste spiccano, senza dubbio, i sensori di pioggia: tali sistemi sono in grado di rilevare, in tempo reale, l’evapotraspirazione, ovvero il quantitativo d’acqua che dal terreno sale in forma di vapore nell’aria, e le condizioni meteo, regolando, in base a queste variabili, i programmi automatici di accensione e di spegnimento dell’impianto. Sul mercato sono disponibili tanti modelli all’avanguardia, senza fili, in grado di connettersi ad ogni tipo di irrigatore anche a oltre 200 metri di distanza.

Con gli innovativi sensori di pioggia si può dare il via ad una vera e propria gestione intelligente del proprio giardino, dicendo addio per sempre agli sprechi.

Questo sito utilizza i Cookie. Cosa sono i Cookie ?